Vai al contenuto
Mar
31
2011

La modellazione su Rhino di oggetti dalle forme morbide è sempre stata, per me, una spina nel fianco.
Quando si è trattato di disegnare terminali alari, capottine, musetti o alcuni tipi di fusoliere è sempre stato un dramma perchè i risultati ottenuti, con le mie limitate conoscenze di Rhino, sono stati spesso insoddisfacenti.
E' vero che nella maggior parte dei casi l'olio di gomiti, con tamponi ed attrezzi vari al momento della realizzazione, vanificherà la precisione teorica della modellazione 3D ma il perfetto ucas si compiace anche di un bel disegno virtuale. 🙂

Dando in pasto a Rhino il plugin T-Splines si ottiene un ambiente di lavoro semplice e potente con il quale sbizzarirsi a modellare qualsiasi oggetto dalle forme morbide e senza discontinuità.

Ho scaricato la V3 Beta per smanettarci un poco e realizzare il video sottostante.

Nel filmato è mostrato come modellare il musetto del Piper partendo dalle solite 3 viste.
La realizzazione è molto semplice. Il plugin T-Splines viene usato pochissimo: un cubo, un poco di mirroring e q.b. di manipolazione. 🙂

***

Alcune piccole note:

  1. Le mini 3 viste sono state ottenute dai rispettivi riquadri-immagine mediante semplice troncatura
  2. A volte utilizzo nelle manipolazioni T-Splines qualche abbreviazione da tastiera... pardon
  3. L'applicazione della simmetria alla t-splines genera un doppione dell'oggetto: per questo motivo quando, nelle manipolazioni (trasla, scala, ruota) si selezionano n vertici, vengono in realtà notificati 2*n vertici nel relativo riquadro informativo.
  4. Quando si rimuoverà l'operatore simmetria dall'oggetto allora si otterranno 2 oggetti identici sovrapposti. Sarà opportuno eliminarne uno... 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Copyright © 2019 Lillo Calì. All Rights Reserved.